italiachiamaitalia.it

La Corte di giustizia europea deciderà sul diritto all’oblio

Valutazione attuale:  / 0
Lo “scontro” fra Google e il Garante della privacy francese è finito sul tavolo dei giudici in Lussemburgo, che dovranno analizzare i punti più spinosi della normativa comunitaria sulla deindicizzazione dei contenuti Web.

Fonte: La Corte di giustizia europea deciderà sul diritto all’oblio

M5S, Grillo attacca Napolitano e Renzi: “Fantasmi”

Valutazione attuale:  / 0

Beppe Grillo torna ad attaccare Napolitano e Renzi attraverso il suo blog. “Proprio quando mi trovai di fronte al menomato morale per le consultazioni iniziai ad intravvedere questo spettacolo: ero di fronte ad un ragazzetto borioso e inconsistente, neppure capace a farmi da spalla, ed era patetico vederlo mentre ci provava. Almeno fosse diventato divertente, poco prima immaginavo che avrei dovuto impiegare tutte le mie forze per impedire che si trasformasse in una piece comica, ma quel pericolo non c’era proprio: il nulla non fa nè ridere e nè piangere, e’ solo un po’ triste”. Cosi’ Beppe Grillo sul suo blog dove pubblica un’intervista al ‘Corriere del Ticino’.

E ancora: “Un nemico e’ un tizio che ti si para davanti, ti sfida, si aspetta che tu reagisca. Non dei puffi che tengono le parti di altri, che si rivolgono alla gente ripetendo al loro meglio dei luoghi comuni, che bisogna ‘fare i compiti a casa’, ma che e’? Una lite nel cortile dell’asilo? Come fai a dar battaglia a dei fantasmi della rappresentanza democratica come Napolitano e Renzi? Non resta che cercare di rimandarli da dove sono venuti, il loro oblio perduto”.

L'articolo M5S, Grillo attacca Napolitano e Renzi: “Fantasmi” sembra essere il primo su Italia chiama Italia.

Fonte: M5S, Grillo attacca Napolitano e Renzi: “Fantasmi”

Diritto all’oblio, Google si piega al diktat dell’Unione Europea

Valutazione attuale:  / 0
Pressata dai garanti della privacy dei Paesi della Ue, la società californiana sarebbe pronta a rimuovere i risultati dalle ricerche su tutti i domini nazionali e non più solo dal singolo Stato da cui è arrivata la richiesta. Nel frattempo, la filiale italiana ha ottenuto una brutta tegola "fiscale" dalla procura di Milano.

Fonte: Diritto all’oblio, Google si piega al diktat dell’Unione Europea

Diritto all’oblio, il Giappone delibera in approvazione di Google

Valutazione attuale:  / 0
La Corte Suprema nipponica ha deciso che le richieste di rimozione di articoli dalle ricerche Web vanno soppesate caso per caso, dando in primo luogo maggior peso al diritto dei cittadini a essere informati. Nel caso specifico è stata rigettata l’istanza di un uomo punito con un'ammenda nel 2011 per crimini pedopornografici.

Fonte: Diritto all’oblio, il Giappone delibera in approvazione di Google

Diritto all’oblio, Google accetta quattro richieste su dieci

Valutazione attuale:  / 0
Da maggio 2014 il colosso di Mountain View ha rimosso dal Web oltre 440mila Url, su un definitivo di 1,2 milioni di collegamenti ipertestuali valutati e 348mila domande provenienti dai cittadini europei. In Italia uno tra i elementi più bassi: Big G ha eliminato solo il 29,7% degli indirizzi. Il motivo? Non si conosce, ma si può forse ipotizzare.

Fonte: Diritto all’oblio, Google accetta quattro richieste su dieci

Pagina 1 di 2