Il diritto all'oblio

L'importanza di una buona reputazione digitale e il diritto all'oblio

Repuation Manager - Reputazione OnlineNegli ultimi anni il concetto di reputazione online ha acquisito sempre maggiore importanza, anche grazie all'aumento esponenziale nell'utilizzo delle tecnologie digitali: quando abbiamo bisogno di informazioni relative ad un'azienda, un prodotto o un servizio, sempre più frequentemente ricerchiamo informazioni sugli stessi su internet, tramite i maggiori motori di ricerca. Risulta quindi fondamentale per ogni società conoscere esattamente ciò che sul web viene associato al proprio nome e gestire al meglio la propria reputazione digitale, per non perdere importanti opportunità professionali e di business. La reputazione online è diventata fondamentale anche per
i soggetti singoli: ad esempio in fase di colloquio di lavoro, i selezionatori ricercano informazioni sul soggetto interessato all'interno del web. Risulta quindi opportuno anche per i singoli mantenere un attento monitoraggio di ciò che è possibile trovare sul proprio conto in rete, evitando spiacevoli sorprese e perdita di opportunità. La reputazione digitale del singolo può anche essere gravemente minacciata, all'interno del web, da fatti di cronaca risalenti al passato: in questo caso, la Corte di Giustizia Europea ha recentemente deliberato la possibilità di richiedere la rimozione degli stessi, se non risultino di chiaro interesse pubblico e appartenenti al passato, tramite procedure di diritto all'oblio.

 

Reputation Manager e il diritto all'oblio

Diritto all'Oblio - Reputation Manager

Reputation Manager - Diritto all'Oblio

Reputation Manager è la società italiana leader in tematiche reputazionali e ha creato un apposito portale web interamente incentrato sul diritto all'oblio. Tramite questo sito web è possibile reperire tutte le informazioni necessarie per affrontare al meglio le richieste di rimozione di notizie lesive dalla rete e richiedere il supporto di un apposito team di specialisti, i quali potranno fornire assistenza in ogni singola fase del processo, permettendo agli utenti di completare con successo tutte le operazioni. Come risulta dai dati forniti da Google, soltanto il 24% delle richieste di rimozione ricevute sono state attualmente accolte: le procedure infatti possono dimostrarsi molto difficoltose per i meno esperti ed è quindi opportuno rivolgersi ai migliori specialisti di settore per concludere in maniera positiva l'intero processo.

Approfondisci il tema del diritto all'oblio, identità digitale e reputazione online leggendo il libro La tentazione dell’oblio di Andrea Barchiesi  

Il Comitato consultivo per il diritto all'oblio di Google

Leggi la relazione finale del Comitato consultivo

 

Commenti   

+13 # Diritto all'oblio e reputazione onlineFabio 2015-01-29 16:59
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna