blogstudiolegalefinocchiaro.it

Garante: nei criteri per la valutazione del diritto all’oblio non conta solo il tempo trascorso dai fatti

Valutazione attuale:  / 0
Il tempo non è l’unico elemento da considerare quando si esaminano casi di Diritto all’oblio, il ruolo pubblico svolto dai soggetti coinvolti e l’attualità della notizia sono fattori interessanti che vanno presi in esame. Sebbene il tempo trascorso dai fatti riportati sui giornali sia l’elemento più autorevole per valutare l’accoglimento di una richiesta di “diritto all’oblio”, [...]

Fonte: Garante: nei criteri per la valutazione del diritto all’oblio non conta solo il tempo trascorso dai fatti

Diritto all’oblio negato per casi giudiziari gravi

Valutazione attuale:  / 0
Nelle vicende giudiziarie di grave entità l’interesse pubblico a conoscere le notizie prevale sul diritto all’oblio delle persone coinvolte. Con questa motivazione il Garante privacy ha dichiarato infondata la richiesta di deindicizzazione di certi articoli presentata da un ex consigliere comunale. L’uomo era stato coinvolto nel 2006 in un processo per corruzione e truffa, che nel [...]

Fonte: Diritto all’oblio negato per casi giudiziari gravi

Diritto all’oblio negato per informazioni riguardanti reati gravi

Valutazione attuale:  / 0
Il Garante privacy respinge il appello di un ex terrorista che chiedeva la deindicizzazione di pagine web in cui erano riportati gravi reati di cui si era macchiato tra la fine degli anni 70 e i primi anni 80. Dopo aver finito di scontare la sua pena nel 2009, l’uomo si era rivolto a Google chiedendo [...]

Fonte: Diritto all’oblio negato per informazioni riguardanti reati gravi

La memoria di Internet e il diritto all’oblio

Valutazione attuale:  / 0
LepidaTV intervista la Prof. Giusella Finocchiaro sui principali temi dell’Agenda Digitale. Diritto all’oblio, identità digitale, bilanciamento dei diritti: una sintetica analisi che illustra lo sviluppo della giurisprudenza in materia.

Fonte: La memoria di Internet e il diritto all’oblio

Diritto all’oblio: Google multato dall’Authority privacy francese

Valutazione attuale:  / 0
Il colosso di Mountain View dovrà pagare una multa di 100.000 euro per non aver filtrato i risultati delle sue ricerche come imposto dalla deliberazione della Corte di Giustizia dell’Unione Europea del 13 maggio 2014. La Commission Nationale de l’Informatique et des Libertes (CNIL) ha specificato che l’obbligo a eliminare dai risultati di ricerca le informazioni [...]

Fonte: Diritto all’oblio: Google multato dall’Authority privacy francese

Pagina 1 di 3